Quando il condominio deve deliberare per autorizzare l'amministratore a resistere o promuovere una causa contro un condomino, quest'ultimo deve essere convocato per l'assemblea?
 
Il condomino che è in causa contro il condominio non ha diritto di voto nell'assemblea che delibera sulla lite che lo riguarda, con esclusione dei millesimi del condomino dal calcolo delle maggioranze.
La convocazione della relativa assemblea riguarda solo gli aventi diritto al voto. 
Tuttavia, se nell'ordine del giorno vi sono acnhe altri argomenti con diritto di voto per il condomino in questione, deve essere convocato, altresì nell'ipotesi in cui si voglia tentare di raggiungere un accordo sul componimento bonario del contenzioso. 

Si evidenzia altresì che parte della giurisprudenza affinché possa essere escluso il voto del condomino in conflitto ritiene non sufficiente il conflitto d'interessi ma necessario che il voto sia determinante rispetto all'oggetto della deliberazione.

 

Risposta al quesito redatta il 09.11.2017 dall'Avv. Andrea Cruciani
Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.