Scadenze dei principali adempimenti fiscali del 29 febbraio 2016 (per leggere l' approfondimento sui temi di seguito riportati clicca sul relativo titolo):
 
COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA
I contribuenti IVA sono tenuti a presentare la comunicazione annuale dei dati Iva per l'anno 2015 esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati
 
CONSEGNA CU modello certificazione unica lavoro dipendente e assimilato
I sostituti d'imposta, mediante invio postale o consegna diretta, sono tenuti a presentare la Certificazinoe Unica  e le certificazioni dei compensi e delle ritenute effettuate nel 2015
 
CONSEGNA CERTIFICAZIONI DI UTILI E PROVENTI CUPE
I sostituti d'imposta, con invio postale o consegna diretta, sono tenuti a presentare la certificazione degli utili e dei proventi ad essi equiparati corrisposti e delle ritenute effettuate nel 2015
PRESENTAZIONE ELENCHI INTRASTAT
Presentazione, da parte degli operatori intracomunitari con obbligo trimestrale, degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni nonché delle prestazioni di servizio in ambito comunitario, effettuati nel trimestre precedente, da effettuare in via telematica all'Agenzia delle Dogane attraverso l'utilizzo del Servizio Telematico Doganale E.D.I.

Ad agosto anche gli F24 vanno in vacanza, almeno fino a giovedì 20. Dopo mesi di pagamenti ed adempimenti vari, ad agosto arriva la proroga  – a regime dal 2012 – che prevede che tutti i termini fiscali di pagamento da effettuare con il modello F24, in scadenza tra il 1° e il 19 agosto siano spostati a giovedì 20.
 
La proroga del modello F24 al 20 agosto, interessa tutti i contribuenti e, a titolo esemplificativo, riguarda il:
  • saldo 2014 e acconto 2015 di Irpef, Ires, Irap e addizionali;
  • contributi previdenziali liquidati in dichiarazione;
  • saldo 2014 e acconto 2015 della c.d. “cedolare secca”;
  • dell’IVA relativa al mese di luglio e del secondo trimestre;
  • delle ritenute operate nel mese di luglio sui redditi di lavoro dipendente ed autonomo nonché relative a contratti di associazione in partecipazione
  •  versamento delle accise da effettuare ad agosto.
Si ricorda che la proroga di “Ferragosto” è stato introdotta con l’art. 3-quater del D.L. n. 16 del 02 marzo 2012, che ha inserito nell’art. 37 del D.L. 223/06 una previsione a regime per cui: “Gli adempimenti fiscali ed il versamento delle somme di cui agli articoli 17 e 20, co. 4 D.Lgs. n. 241/97, che hanno scadenza dal 1° al 20 agosto di ogni anno, possono essere effettuati entro il giorno 20 dello stesso mese, senza alcuna maggiorazione”.
 
Articolo redatto da Francesco Cacchiarelli 07-07-2015
ELENCO PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DEL 31 LUGLIO 2014
Persone fisiche non titolari di partita Iva: versamento della 3° rata del saldo 2013 e del primo acconto 2014 dell'Irpef, dell'addizionale comunale all'Irpef 
Le persone fisiche non titolari di partita Iva e che non partecipano a società, associazioni e imprese alle quali si applicano gli studi di settore tenute ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 16 giugno, sono tenute al versamento, con Mod. F24 presso banche, agenzie postali, agenti della riscossione o con modalità telematiche, della terza rata dell'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2013 e di primo acconto per l'anno 2014, con applicazione degli interessi
Codici Tributo:
1668 - Interessi pagamento dilazionato imposte erariali
4001 - Irpef Saldo
4033 - Irpef acconto - prima rata
3843 - Addizionale comunale all'Irpef - Autotassazione - acconto
3844 - Addizionale comunale all'Irpef - Autotassazione - saldo
3801 - Addizionale regionale all'imposta sul reddito delle persone fisiche
3805 - Interessi pagamento dilazionato tributi regionali

Persone fisiche non titolari di partita Iva: versamento della 2° rata del saldo 2013 e del primo acconto 2014 dell'Irpef con la maggiorazione dello 0,40 %
Le persone fisiche non titolari di partita Iva e che non partecipano a società, associazioni e imprese alle quali si applicano gli studi di settore tenute ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 16 luglio, sono tenute al versamento, con Mod. F24 presso banche, agenzie postali, agenti della riscossione o con modalità telematiche, della seconda rata dell'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2013 e di primo acconto per l'anno 2014, maggiorando preventivamente l' intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi
Codici Tributo:
1668 - Interessi pagamento dilazionato imposte erariali
4001 - Irpef Saldo
4033 - Irpef acconto - prima rata

Persone fisiche non titolari di partita Iva: versamento della 3° rata del saldo 2013 e del primo acconto 2014 dell'IVIE
Le persone fisiche non titolari di partita Iva e che non partecipano a società, associazioni e imprese alle quali si applicano gli studi di settore tenute ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 16 giugno, sono tenute al versamento, con Mod. F24 presso banche, agenzie postali, agenti della riscossione o con modalità telematiche,della terza rata dell'Imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati, risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2013 e di primo acconto per l'anno 2014 con applicazione degli interessi
Codici Tributo:
1668 - Interessi pagamento dilazionato imposte erariali
4041 - Imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - Art. 19, comma 13, D.L. n. 201/2011, conv., con modif., dalla L. n. 214/2011, e succ. modif. - SALDO
4044 - Imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - Art. 19, comma 13, D.L. n. 201/2011, conv., con modif., dalla L. n. 214/2011, e succ. modif. - ACCONTO PRIMA RATA

CEDOLARE SECCA: versamento 3° rata saldo 2013 e primo acconto 2014
I locatori, persone fisiche non titolari di partita Iva e che non partecipano a società, associazioni e imprese alle quali si applicano gli studi di settore, proprietari o titolari di altro diritto reale di godimento su unità immobiliari abitative locate, per finalità abitative, che abbiano esercitato l'opzione per il regime della cedolare secca, che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 16 giugno, sono tenuti al versamento, con Mod. F24 presso banche, agenzie postali, agenti della riscossione o con modalità telematiche,della terza rata dell'imposta sostitutiva operata nella forma della "cedolare secca", a titolo di saldo per l'anno 2013 e di primo acconto per l'anno 2014, con applicazione degli interessi
Codici Tributo:
1668 - Interessi pagamento dilazionato imposte erariali
1840 - Imposta sostitutiva dell'Irpef e delle relative addizionali, nonché delle imposte di regsitro e di bollo, sul canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all'abitazione - Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 - ACCONTO PRIMA RATA
1842 - Imposta sostitutiva dell'Irpef e delle relative addizionali, nonché delle imposte di regsitro e di bollo, sul canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all'abitazione - Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 - SALDO

Rimborsi Iva trimestrali: presentazione modello IVA TR
I contribuenti Iva per i quali sussistono i presupposti di legge per chiedere i rimborsi infrannuali sono tenuti a presentare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando il modello disponibile sul sito internet dell'Ageniza delle Entrate, la richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale (Modello IVA TR)

Comunicazione mensile/trimestrale operazioni con paesi Black List
I soggetti Iva che abbiano effettuato operazioni con operatori economici aventi sede, residenza o domicilio negli Stati o territori a regime fiscale privilegiato (Paesi c.d. "black-list"), devono effettuare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando il modello disponibile sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, la comunicazione mensile/trimestrale delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi di importo superiore a euro 500 effettuate e ricevute, registrate o soggette a registrazione, nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi c.d. "black-list"