Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 30/7/2013

La Camera di commercio di Cuneo vanta una significativa e consolidata tradizione in materia di protocolli d’intesa tra categorie professionali e consumatori, grazie anche ad un’attiva e sinergica collaborazione con le locali Associazioni di categoria e dei Consumatori.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 30/7/2013
 
Quando una persona o un nucleo familiare deve cambiare abitazione le incombenze da affrontare possono essere di vario tipo. In primo luogo si è reduci da un periodo che potrebbe essere stato poco facile a causa di aspetti eventuali ma comunque relativamente frequenti: la ricerca della nuova casa, l’impegno finanziario conseguente all’acquisto, l’accensione di un mutuo più o meno oneroso, i lavori di ristrutturazione della nuova abitazione e le spese sostenute per l’arredo della medesima. Può capitare, dunque, di arrivare al momento del trasloco in una situazione di stress, accentuata da quel che significa la casa per ciascuno di noi, come dimostrerebbe anche una ricerca pubblicata nel 2007 su un’autorevole rivista scientifica negli Stati Uniti (“Scientific American”, edizione italiana “Le Scienze”). E’ proprio in quel momento che è importante, nel caso in cui ci si rivolga ad un’impresa specializzata, usufruire di un servizio efficiente, capace di tutelare il consumatore nei suoi diritti e, nel contempo, di garantire alla controparte la possibilità di programmare il lavoro e la propria attività.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 7/3/2014
 
Nel settore della Proprietà Industriale i contratti sono importanti strumenti per gestire, tutelare e valorizzare i diritti acquisiti con la brevettazione e la registrazione.
Si tratta in genere di contratti atipici, di cui le parti possono determinare liberamente il contenuto purché nel rispetto delle norme essenziali sul contratto previste dal codice civile.
In questo settore, quindi, i contratti tipo oltre ad assicurare l’equilibrata ripartizione dei diritti e degli obblighi tra le parti, hanno la funzione di soddisfare i bisogni di razionalità, organizzazione, uniformità e velocità nella definizione dei contenuti negoziali.
La scelta della Camera di Commercio di Bologna di redigere contratti tipo in materia di proprietà industriale, deriva anche dal proposito di mettere a disposizione delle imprese uno strumento di supporto specialistico in un ambito che vede gli enti camerali direttamente coinvolti attraverso le attività istituzionali di tutela e valorizzazione della Proprietà Industriale, svolte dagli uffici brevetti, e gli interventi economici realizzati, sotto forma di contributi e incentivi, a sostegno della ricerca e dell’innovazione.
L’obiettivo posto nell’elaborazione dei testi contrattuali è stato quello di trovare una linea d’incontro tra la complessità della materia, che si presta a contratti complicati per tutte le possibili variabili e soluzioni, e l’esigenza di fornire schemi contrattuali semplici, snelli e facilmente fruibili dalle imprese.
I contratti seguono una linea logica comune, che è quella di definire in modo puntuale e preciso alcuni aspetti imprescindibili nell’interesse di entrambe le parti, attinenti oltre che all’oggetto e alle condizioni economiche, alla garanzia di validità del titolo, agli obblighi di rinnovo e mantenimento, alle cause di risoluzione, alla tutela giudiziaria sia contro i terzi, in caso di contraffazione o contestazioni, sia tra le parti in caso di controversie contrattuali. Allo stesso tempo si è scelto di utilizzare in modo quasi sistematico il campo delle note per approfondire alcuni aspetti di dettaglio o riguardanti casi specifici.
Questa scelta metodologica ha consentito di perseguire il duplice obiettivo di richiamare l’attenzione delle imprese sulla possibilità di disciplinare casi particolari, al contempo senza appesantire e rendere eccessivamente complesso lo schema contrattuale.
Fac simile contratto di domiciliazione societaria. Clicca qui per scaricare un modello editabile.
Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 16/10/2013
 
La Camera di Commercio di Roma ha avviato, dal 2006, un progetto “contratti per il condominio”, con lo scopo di migliorare la qualità dei lavori svolti nell’ambito dei condomìni e di fornire un quadro certo alle imprese operanti in questo settore.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 17/12/2013
 
La Commissione per la Regolazione del mercato della Camera di commercio di Campobasso che opera, ai sensi dell’art. 2, comma 3 della Legge n.580/1993, in forma associata con la Camera di commercio di Isernia, nello svolgimento dei compiti che le sono stati assegnati, ha valutato l’importanza di rivolgere la propria indagine al settore dei servizi e del turismo e, in particolare, ai contratti di servizio foto-video matrimoniale. La scelta nasce dalla considerazione della considerevole diffusione di tali servizi fotografici attuati in occasione delle nozze.

Richiesta di cancellazione dall’archivio VIES
 
«Il sottoscritto …………… ……………… nato a ………… il ……………, residente a …………, in Via ………… n. …… Codice Fiscale ……………, nella sua qualità di lavoratore autonomo/titolare/legale rappresentante della impresa individuale/società …………………….. con sede in ………………….. Via ………………………… , Codice Fiscale e n. …………….. di iscrizione al Registro Imprese di …………………. , P.IVA ………………..

dichiara di voler retrocedere dalla possibilità di effettuare cessioni o acquisti intracomunitari di beni e prestazioni e acquisti intracomunitari di servizi, conseguendone l’esclusione dall’archivio dei soggetti autorizzati all’effettuazione di tali operazioni.
 
La presente manifestazione di volontà vale agli effetti di quanto previsto dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 29 dicembre 2010, prot. n. 2010/188376».
feed-image Feed Entries