Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 27/4/2012
 
Il contratto di multiproprietà è disciplinato dal d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206 – Codice del consumo. Si tratta di un provvedimento significativo e di enorme rilevanza sociale, volto lodevolmente a coprire un vuoto normativo che ha causato, tra gli operatori del diritto e gli utenti finali, gravi incertezze.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 30/10/2013
 
La Camera di Commercio di Roma ha avviato, dal 2006, un progetto “contratti per il condominio”, con lo scopo di migliorare la qualità dei lavori svolti nell’ambito dei condomìni e di fornire un quadro certo alle imprese operanti in questo settore.
La gestione dei condomìni non è semplice: spesso devono essere applicate complesse normative tecniche che riguardano la manutenzione degli stabili, degli impianti di riscaldamento, degli ascensori etc. e che richiedono competenze qualificate e regolate da apposite normative. Inoltre, secondo la giurisprudenza, il condominio, nei suoi rapporti contrattuali con le imprese, va considerato alla stregua di un consumatore e gode quindi delle garanzie approntate dal Codice del consumo.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 23/5/2012
 
Si precisa innanzitutto che la scelta del Tavolo di lavoro delle Camere di Commercio sui contratti-tipo e le clausole inique, in accordo con la Camera di Commercio di Venezia, di concentrarsi sul settore turistico, è nata dalla considerazione che questo rappresenta per vocazione il settore economico per eccellenza di una realtà territoriale come quella di Venezia e della Riviera veneta che hanno nell’offerta turistica il proprio punto di forza.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 23/4/2013
 
Il contratto di multivacanza non è disciplinato da alcun normativa nazionale o comunitaria. Nella prassi tuttavia è molto diffusa la stipula di un contratto, che è quello qui di seguito proposto, tra la società che è titolare (o ha nella sua disponibilità il/i resort) e gestisce la multivacanza ed il fruitore.

L'articolo 7 del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 prevede alcuni obblighi in capo all'ospitante e al datore di lavoro di stranieri o apolidi.
In base al comma 1 del citato articolo 7, infatti, "chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, o lo assume per qualsiasi causa alle proprie dipendenze ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza".

Il comma 2 dello stesso articolo 7, D.Lgs. n. 286/1998, descrive le informazioni necessarie che la comunicazione deve fornire.

Clicca qui per scaricare un modello in formato word della Comunicazione di ospitalità/alloggio/assunzione/cessione di immobile a straniero / apolide;

Clicca qui per scaricare il modello in pdf.

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 30/7/2013
 
La Commissione Contratti istituita presso la Camera di Commercio di Ancona nell’ambito del progetto per la divulgazione a livello nazionale di contratti-tipo e verifica sulla presenza delle clausole inique nei contratti per i consumatori è stata incaricata della redazione del contrattotipo di trasporto marittimo di persone.

Art. 2479 - Decisioni dei soci
I soci decidono sulle materie riservate alla loro competenza dall'atto costitutivo, nonché sugli argomenti che uno o più amministratori o tanti soci che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale sottopongono alla loro approvazione.
In ogni caso sono riservate alla competenza dei soci:

Download .pdf:
Fonte: Unioncamere, aggiornato al 30/7/2013
 
Tra i contratti relativi al software, e anzi all’intero settore informatico, quello di manutenzione è una delle tipologie più diffuse, e spesso un’ “accessorio” indispensabile per poter utilizzare al meglio il software fatto sviluppare o acquisito con licenza: con questo contratto, infatti, l’utilizzatore si garantisce l’assistenza al corretto utilizzo del software, la correzione degli errori e, soprattutto, la durata nel tempo del software stesso, attraverso il suo costante aggiornamento.

feed-image Feed Entries