A fini di adeguamento alla normativa europea in materia di operazioni intracomunitarie e di contrasto delle frodi, l’articolo 27 del decreto legge del 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, ha a suo tempo introdotto specifiche misure volte a garantire un più stretto monitoraggio dei contribuenti che effettuano operazioni intracomunitarie e l’affidabilità dei dati relativi alle controparti negli scambi commerciali.
Si tratta, in specie, di alcune modifiche all’articolo 35 del decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre 1972, n. 633, concernente le dichiarazioni di inizio, variazione e cessazione delle attività.
L'Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 39/E del 1 agosto 2011, ha fornito indicazioni e chiarimenti in merito alle modalità di applicazione delle suddette novità e, in particolare, alle conseguenti attività di controllo.
La circolare, ha ad oggetto l'«Adeguamento alla normativa europea in materia di operazioni intracomunitarie ai fini del contrasto delle frodi. Articolo 27 del decreto legge del 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.
 
Inclusione nell’archivio dei soggetti autorizzati a porre in essere operazioni intracomunitarie e connessa attività di controllo» ed è strutturata secondo l'indice sottostante:
1. Premessa
2. Ambito soggettivo
3. Ambito oggettivo
4. Manifestazione della volontà di effettuare operazioni intracomunitarie
5. Inclusione nell’Archivio VIES. Controlli, diniego e revoca
6. Effetti dei provvedimenti di diniego e revoca ed eventuale impugnazione
7. Inserimento nell’Archivio VIES nell’ambito di operazioni straordinarie d’azienda
8. Contenuto dei provvedimenti di diniego o revoca
9. Rivisitazione automatica dell’Archivio VIES alla data del 25 febbraio 2011
Allegati

Per scaricare la Circolare n. 39/E in formato pdf cliccare qui

L'International Accounting Standards Board (IASB) è un'organizzazione indipendente, fondata con lo scopo di formalizzare regole comuni di contabilità. Queste regole fino al 2001 sono state identificate con la sigla IAS (International Accounting Standard), mentre successivamente a tale anno si definiscono International Financial Reporting Standards (IFRS). Infine, l'IFRIC, ovvero l'International Financial Reporting Interpretation Committee, è il comitato dello IASB che produce le interpretazioni ufficiali dei principi contabili internazionali.
Per scaricare il Testo coordinato dei principi contabili internazionali (IAS/IFRS) e interpretazioni IFRIC, aggiornato ad ottobre 2008, cliccare qui.

 

Lo staff di tusciafisco.it segnala la pubblicazione della Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 20/E (download .pdf) del 28 marzo 2013, avente ad oggetto «Contratti di finanziamento bancario a medio e lungo termine stipulati all’estero – profili elusivi e ipotesi di applicabilità del regime impositivo di cui agli artt. 15 e seguenti del D.P.R. 601/1973».

Di seguito il testo della risoluzione:

«PREMESSA
E’ pervenuto un quesito, con il quale si chiede di conoscere il corretto trattamento da riservare, ai fini dell’applicazione dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti, ai contratti relativi ad operazioni di finanziamento a medio e lungo termine stipulati all’estero e destinati a produrre effetti giuridici principalmente in Italia.

Contributi a favore di Associazioni, Enti, Istituti, Camere di Commercio italo-estere per lo svolgimento di attività promozionali - Anno 2014
 
Scopo della concessione:I contributi sono finalizzati a sostenere lo svolgimento di un progetto composto da una o più specifiche attività promozionali, di rilievo nazionale, per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese realizzate da Associazioni/Enti/Istituti/Camere di Commercio italo-estere.
Lo staff di tusciafisco.it segnala la pubblicazione dello «Small Business Act - Rapporto 2013. Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2012» (download .pdf), elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione generale per le PMI e gli Enti Cooperativi
La Banca d'Italia ha pubblicato, nell'ambito della serie «Questioni di Economia e Finanza» (Occasional papers), il volume numero 86 del gennaio 2011, avente ad oggetto «Le imprese italiane tra crisi e nuova globalizzazione».
Abstract
«Il lavoro analizza le caratteristiche delle imprese italiane inserite in catene globali del valore (imprese “intermedie”), utilizzando i dati dell’indagine della Banca d’Italia sulle imprese industriali. I risultati mostrano come esse si differenzino mediamente dalle imprese “finali” per una serie di caratteristiche peggiori: minore dimensione e terziarizzazione, minore produttività, minore quota di esportazioni. Si osserva tuttavia fra loro una forte
eterogeneità, a seconda della capacità (e delle modalità) di avanzamento (upgrading) all’interno della catena del valore di appartenenza. Fra le imprese intermedie che avanzano (“evolute”) e quelle immobili (“marginali”) le differenze in termini di dimensione, efficienza, capitale umano, competitività internazionale sono in media notevoli. La performance osservata durante la crisi del 2008-09 conferma la maggiore difficoltà delle marginali; mostra inoltre come, di fronte a un improvviso collasso del commercio internazionale, le imprese che stavano avanzando nelle rispettive catene del valore soprattutto ampliando la rete di rapporti internazionali abbiano subito contraccolpi maggiori di quelle che stavano invece battendo la strada di una maggiore articolazione funzionale».

Il documento è strutturato sulla base del seguente indice:
1. Introduzione
2. La crisi e le imprese italiane
3. I dati
4. Avanzamento nelle catene globali del valore
5. La performance delle imprese durante la crisi
6. Conclusioni
Bibliografia
Tavole e figure

Per scaricare il documento «Le imprese italiane tra crisi e nuova globalizzazione» in formato pdf cliccare qui
Agenzia delle Entrate, risoluzione 8 luglio 2013, n. 48/E: Credito d'imposta per le tasse pagate all'estero, il Fisco spiega il metodo di calcolo.
Abstract "Sono pervenute a questa Direzione richieste di chiarimenti in ordine alle modalità di calcolo della riduzione dell’imposta estera ai sensi del comma 10 dell’articolo 165 del TUIR nel caso di redditi da lavoro dipendente prestato all’estero di cui all’articolo 51, comma 8-bisApri in altra finestra, del TUIR.
Il comma 10 dell’articolo 165 del TUIR stabilisce che, quando il reddito estero concorre parzialmente alla formazione del reddito complessivo, l’imposta estera detraibile deve essere ridotta in misura corrispondente.
La disposizione soprarichiamata si rende applicabile anche nel caso di redditi derivanti da attività di lavoro subordinato prestata all’estero in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto di lavoro di cui all’articolo 51, comma 8-bisApri in altra finestra, del TUIR, determinati in base alle retribuzioni convenzionali definite annualmente con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali".


Clicca qui per scaricare la risoluzione.
Stop alla ritenuta automatica del 20% sui flussi finanziari dall'estero. Il comunicato MEF n.46 del 19 febbraio scorso, rimandando al Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate (prot. 2014/24663), ha determinato il rinvio al 1° luglio 2014 dell'applicazione automatica della ritenuta d'acconto del 20% sui bonifici esteri, prelievo diventato obbligatorio per legge con la modifica dell'art.4, comma 2, D.L. 167/1990 operata dalla Legge di Stabilità (L. 97/2013) ed entrata in vigore a partire dal 1° febbraio 2014.
Questo in sintesi il testo del comunicato stampa: "Su richiesta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, è stato assunto in data odierna un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate che sospende l’operatività della ritenuta del 20 percento sui redditi derivanti da investimenti esteri e dalle attività estere di natura finanziaria applicata automaticamente dagli intermediari finanziari. Gli acconti eventualmente già trattenuti da intermediari finanziari sulla base della norma in oggetto saranno rimessi a disposizione degli interessati dagli stessi intermediari...."
feed-image Feed Entries