Codice tributo 6857 Credito d'imposta per attivita' di ricerca e sviluppo - art. 3, d.l. 23 Dicembre 2013, n. 145. In caso di utilizzo di credito inesistente sanzione dal 100% al 200%

Il credito di imposta R&S:

– va indicato nella dichiarazione dei redditi

– non concorre alla formazione del reddito

– non concorre alla base imponibile IRAP

è utilizzabile esclusivamente in compensazione ai sensi dell’art. 17, D.Lgs. n. 241/1997

 

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24

 

Clicca qui per andare direttamente alla sezione modulistica del sito Tusciafisco per scaricare gratuitamente 365 modelli di lettere, dichiarazioni, liberatorie, fatte su misura per te !

Il codice tributo  1919 è il codice che si utilizza per pagare la ritenuta operata all’atto del pagamento al beneficiario di canoni o corrispettivi, relativi ai contratti di locazione breve - art. 4, co. 5, del DL 24/04/2017, n. 50 e che va indicato nella sezione “Erario” del modello F24, in corrispondenza della colonna “importi a debito versati”. 

Gli intermediari, quando incassano i canoni o i corrispettivi relativi ai contratti di locazioni brevi, ossia per quei contratti di locazione di durata non superiore a 30 giorni, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, inclusi quelli che prevedono la prestazione di servizi accessori (fornitura di biancheria e pulizia dei locali), devono operare e versare una ritenuta del 21% sull’ammontare dei proventi della locazione all’atto dell’accredito. La ritenuta, da versare entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui è stata effettuata, viene operata a titolo di imposta, in presenza di opzione per la cedolare secca. Nel caso in cui non sia esercitata l’opzione per l’applicazione del regime della cedolare secca, la ritenuta si considera operata a titolo di acconto. Gli intermediari dovranno inoltre inviare agli interessati la certificazione unica annuale con gli importi pagati, seguendo le modalità indicate dall’articolo 4 del Dpr n. 322/98. Il codice tributo 1919 per effettuare il versamento di questa ritenuta è stato istituito con la risoluzione n. 88/E del 05 luglio 2017.

Codice tributo 6740 credito imposta gasolio per autotrazione da utilizzare solo come importo a credito mediante compensazione nel modello F24. Attenzione a seguito delle novità introdotte con la risoluzione n. 39E del 20 aprile 2015 nella compilazione del modello F24, per l’utilizzo del codice 6740 in compensazione, occorrerà ora indicare nel campo ratezione il trimestre solare e l’anno di riferimento del consumo di gasolio nel  formato NNRR.  Nel campo anno di riferimento andrà indicato, nel formato AAAA, l’anno di presentazione della dichiarazione di riferimento.

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
 
Clicca qui per andare direttamente alla sezione modulistica del sito Tusciafisco per scaricare gratuitamente 365 modelli di lettere, dichiarazioni, liberatorie, fatte su misura per te !
 
 

Acconto IVA contribuenti trimestrali, codice tributo 6035, da pagare entro il 27 dicembre 2017.
L'acconto risulta non dovuto qualora l'importo sia inferiore a 103,29 euro.

Sono previsti tre diversi metodi per il calcolo dell’acconto:

  • metodo storico;
  • metodo previsionale;
  • metodo delle operazioni effettuate.

Il calcolo dell’acconto Iva con l’utilizzo del metodo storico prevede che l’acconto da pagare sia pari all’88% dell'importo a debito relativo alla liquidazione del quarto trimestre dell'anno precedente nel caso di liquidazione dell'IVA trimestrale.


Esempio di compilazione del modello F24

Sono esonerati dal versamento dell’acconto Iva i contribuenti che ad esempio:
    hanno iniziato l’attività nel corso del 2017;
    hanno cessato l’attività entro il 30/11/2017, se contribuenti mensili, ovvero entro il 30/09/2017 se contribuenti trimestrali;
    applicano il regime forfetario ex 398/1991;
    svolgono attività di intrattenimento di cui all’articolo 74, comma 6, D.P.R. 633/1972;
    hanno adottato il regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile (articolo 27 del D.L. 98/2011);
    hanno adottato il regime forfetario (articolo 1, comma 58, L. 190/2014);
    hanno effettuato esclusivamente operazioni esenti o non imponibili agli effetti dell’Iva;
    hanno effettuato operazioni attive esclusivamente nei confronti di P.A. con “split payment”.


Ti potrebbe anche interessare:

 

L' F24 Elementi identificativi (ELIDE) va usato, in linea generale, per i pagamenti per i quali sono necessarie informazioni che non possono essere riportate nel modello F24 ordinario. Non può essere utilizzato, invece, per effettuare i pagamenti per i quali è prevista la compensazione con crediti. Dal primo febbraio 2014 è possibile pagare anche l’imposta di registro, l’imposta di bollo, le sanzioni e gli interessi relativi alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili.
Per consentire il versamento delle somme dovute in relazione alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili sono stati istituiti  seguenti codici tributo:


 “1500” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per prima registrazione”;
 “1501” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per annualità successive”;
 “1502” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per cessioni del contratto”;
 “1503” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per risoluzioni del contratto”;
 “1504” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per proroghe del contratto”;
 “1505” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI - Imposta di Bollo”;
 “1506” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI - Tributi speciali e compensi”.

Clicca qui per scaricare il modello 

Clicca qui per scaricare le istruzioni

 

Altri argomenti consulati:
 

Il codice 1038 dal 01 gennaio 2017 è stato soppresso. Al suo posto va utilizzato il codice 1040 che dal 2017 utilizzeremo quindi anche per versare le ritenute sulle provvigoni.

Il vecchio codice tributo 1038, fino al 31/12/2016, era il codice che andava indicato nel modello F24 che le aziende mandanti utilizzavano per pagare le ritenute su provvigioni, anche occasionali, di agenti e rappresentanti di commercio, procacciatori di affari, commissionari ecc. ecc. 

In caso di pagamento annuale dell'imposta di registro sui contratti pluriennali di locazione, entro il termine di 30 giorni dallo scadere dell’annualità, deve essere pagata - con il modello F24 Elide - l’imposta sull’annualità in corso utilizzando il codice tributo 1501 "Imposta di registro per annualità successive".
 

L’articolo 17, comma 1-bis del DPR n. 131/86 sancisce che l’omesso versamento dell’imposta di registro dovuta sul rinnovo, sulla risoluzione del contratto di locazione comporta l’applicazione della sanzione del 30% dell’imposta non versata.

 

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24 Elide

 

Consigliati per te:

Fac simile lettera disdetta locatore

1503 codice tributo per la risoluzione del contratto di affitto

F24 Elementi identficativi modello ed istruzioni

 
Pagamento IVA mensile di gennaio, codice tributo 6001, da versare entro il 16 febbraio.

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
 
feed-image Feed Entries