Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24 dell'acconto Irpef in scadenza il 30 novembre. L’acconto Irpef è dovuto se l’imposta dichiarata nell’anno precedente è maggiore di euro 51,65, è pari al 100% dell'imposta e non è rateizzabile.
 
Per il calcolo dell’acconto è possibile utilizzare alternativamente due metodi, ossia:
•    storico (che si basa sull’imposta pagata per il 2015);
•    previsionale (che si basa sull’imposta che si presume dover pagare per il 2016 in considerazione dei minori redditi/ricavi e/o di maggiori oneri detraibili/deducibili che si prevedono di avere). 
6040 codice tributo per pagare entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui l’IVA diventa esigibile, lo Split Payment IVA. Non è consentito compensare la delega. Possono utilizzare tale codice le PA che detengono un c/c presso una banca convenzionata o presso Poste Italiane.
Le PA titolari di conti presso la Banca d’Italia utilizzano invece il codice 620E da pagarsi con l’“F24 Enti pubblici“.
Tutte le altre Pubbliche Amministrazioni versano direttamente all’entrata del bilancio dello Stato con imputazione al capo 8, capitolo 1203, articolo 12.
 
Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
 
Clicca qui per scaricare la Risoluzione 15/E del 12.02.2015

 

I soggetti IVA che devono versare l'IVA mensile relativa al periodo che va dal 01 aprile al 30 aprile, devono indicare sul modello F24 telematico il codice alfanumerico 6004. Il pagamento dell'IVA mensile di aprile va effettuato entro il 16 maggio. i ricorda che in tutti i casi in cui il termine di scadenza cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo.
 
Clicca qui per visualizzare un esempio di compilazione del modello F24
 

Modello F24 Enti Pubblici denominato anche F24EP. E' il modello che va usato anche per versare l'IVA con le nuove disposizioni dello Split Payment.

Gli enti pubblici sottoposti ai vincoli del sistema di tesoreria unica dello Stato possono utilizzare il modello “F24 Enti Pubblici” anche per il pagamento delle ritenute alla fonte, dell'Irap, delle ritenute Irpef e delle relative addizionali regionali e comunali.
Gli enti e le amministrazioni pubbliche che non possono utilizzare l'F24 EP continuano a utilizzare le tradizionali modalità di versamento (versamenti diretti in Banca d'Italia, bollettini di c/c postale, ecc.).

 

Scarica qui il modello F24 EP

 

 

 

Versamento IVA mensile di maggio, codice tributo 6005, da versare entro il 16 giugno.

Come compilare il modello F24

Codice tributo 3918 - denominato: "IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati – quota per il comune" riguarda il versamento dell’IMU con riferimento agli immobili diversi dalla prima casa; parliamo quindi di seconde case, uffici, capannoni, immobili ad uso commerciale.

Per il pagamento dell'imposta si utilizza il modello F24, indicando nella sezione “IMU e altri tributi locali” i seguenti dati:

 

Codice Ente/Codice Comune: Codice Comune dove si trovano i fabbricati (ad esempio L017 Comune di Sutri)

Ravv: Barrare la casella solo in caso di ravvedimento.

Immobili variati: Barrare se sono intervenuti cambiamenti che necessitano la presentazione della “dichiarazione di variazione”.

Acconto: Spuntare questa casella solo se il pagamento è inteso acconto (versamento da effettuare entro il 16 giugno).

Codice tributo 3812 IRAP acconto prima rata.

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
 
Pagamento acconto IVA contribuenti mensili, codice tributo 6013, da versare entro il 27 dicembre 2016.
Per i contribuenti mensili come base di riferimento si prende generalmente la liquidazione a debito del mese di dicembre 2015, scegliendo uno dei seguenti metodi per la determinazione dell’acconto IVA:
  • metodo storico (pari all'88% della base di di riferimento storica);
  • metodo previsionale;
  • metodo delle operazioni effettuate fino al 20 dicembre 2016.
 

Non sono obbligati al pagamento, i contribuenti per i quali risulta un importo dovuto a titolo d’acconto inferiore a 103,29 euro.  Il mancato o insufficiente versamento dell’acconto IVA è punito con una sanzione amministrativa pari al 30% dell’imposta dovuta oltre interessi. 
 

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24

 

feed-image Feed Entries