Il modello F24 deve essere utilizzato da tutti i contribuenti per il versamento di tributi, contributi e premi. Per scaricare la tabella contenente tutti i codici tributo da indicare nel modello F24, aggiornati al 16 marzo 2017, clicca qui
 
 
3914 codice tributo IMU terreni agricoli. Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
Codice tributo che occorre indicare nel modello F24 per il versamento dell' IRPEF a saldo che risulta dalla dichiarazione dei redditi modello UNICO. Si ricorda che non va eseguito alcun versamento se l’importo risultante dalla dichiarazione, riferito alla singola imposta IRPEF, è inferiore o uguale a 12 euro.

Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
Il nuovo codice tributo “1792” da utilizzare per pagare il saldo dell’ imposta sostitutiva sui redditi al 15% , relativa al nuovo regime forfetario di cui all’art. 1, c. 64, legge n. 190/2014, introdotto nel 2015. Si precisa che il codice si può utilizzare anche per importi a credito da compensare.

Clicca qui per scarica un esempio di compilazione del modello F24

 

Il codice da indicare nel modello F24 per il versamento della Tasi sull'abitazione principale e le relative pertinenze è 3958.
 
Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
 
Clicca qui per scaricare la risoluzione n. 46 del 24 aprile 2014
 
Clicca qui per scaricare il bollettino di conto corrente postale
 
Clicca qui per scaricare un elenco esemplificativo di domande e risposte in materia di Tasi
Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24 dell'acconto Irpef in scadenza il 30 novembre. L’acconto Irpef è dovuto se l’imposta dichiarata nell’anno precedente è maggiore di euro 51,65, è pari al 100% dell'imposta e non è rateizzabile.
 
Per il calcolo dell’acconto è possibile utilizzare alternativamente due metodi, ossia:
•    storico (che si basa sull’imposta pagata per il 2015);
•    previsionale (che si basa sull’imposta che si presume dover pagare per il 2016 in considerazione dei minori redditi/ricavi e/o di maggiori oneri detraibili/deducibili che si prevedono di avere). 
6040 codice tributo per pagare entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui l’IVA diventa esigibile, lo Split Payment IVA. Non è consentito compensare la delega. Possono utilizzare tale codice le PA che detengono un c/c presso una banca convenzionata o presso Poste Italiane.
Le PA titolari di conti presso la Banca d’Italia utilizzano invece il codice 620E da pagarsi con l’“F24 Enti pubblici“.
Tutte le altre Pubbliche Amministrazioni versano direttamente all’entrata del bilancio dello Stato con imputazione al capo 8, capitolo 1203, articolo 12.
 
Clicca qui per scaricare un esempio di compilazione del modello F24
 
Clicca qui per scaricare la Risoluzione 15/E del 12.02.2015

 

I soggetti IVA che devono versare l'IVA mensile relativa al periodo che va dal 01 aprile al 30 aprile, devono indicare sul modello F24 telematico il codice alfanumerico 6004. Il pagamento dell'IVA mensile di aprile va effettuato entro il 16 maggio. i ricorda che in tutti i casi in cui il termine di scadenza cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo.
 
Clicca qui per visualizzare un esempio di compilazione del modello F24
 
feed-image Feed Entries